Che cosa è un broncospasmo?

Il broncospasmo è una costrizione o uno spasmo dei bronchi. I bronchi si riferiscono ai due tubi che si estendono dalla trachea ai polmoni. Tipicamente, il broncospasmo si verifica nelle persone di qualsiasi età, tuttavia può essere particolarmente minaccioso nei neonati. Generalmente, il broncospasmo si verifica più frequentemente in coloro che soffrono di asma e bronchite. I sintomi possono variare da lievi a gravi, tuttavia molti trattamenti disponibili offrono sollievo rapido e drammatico.

Generalmente, le cause includono l’asma, l’emfisema e la bronchite. Inoltre, reazioni allergiche gravi e shock anafilattico possono indurre un broncospasmo acuto. A volte irritanti polmonari come sostanze chimiche, polvere e fumo possono aggravare una vie aeree già tese e causare sintomi. In determinati individui le infezioni, l’esercizio fisico e lo stress emotivo possono contribuire ad un episodio. L’asma indotto da esercizio è una condizione medica comune e se lasciato non trattato può contribuire ad uno spasmo acuto dei bronchi.

Tipicamente, i sintomi includono tosse intense, un aumento della produzione di muco che spesso diventa appiccicoso e spesso – e difficoltà di muoiono espiatorio dai polmoni. Inoltre, possono verificarsi problemi di respirazione, mancanza di respiro e respiro affannoso. A volte, i pazienti sperimentano dolore toracico e ansia estrema. Il tasso di respirazione a volte può aumentare per compensare l’incapacità di ottenere l’aria dentro e fuori dei polmoni.

Di solito, il trattamento broncospasmo comprende farmaci broncodilatatori che aprono la via aerea, consentendo una respirazione più facile. Questi farmaci sono tipicamente veloci e generalmente iniziano a alleviare i sintomi in circa dieci minuti. I broncodilatatori lavorano rilassando i muscoli della via aerea e aprendoli. I farmaci per spasmi acuti possono essere somministrati per via inalatoria, per via orale o per iniezione.

A volte l’intervento può essere in grado di prevenire uno spasmo acuto da svolgersi. Identificare potenziali irritanti o allergeni che possono innescare un attacco possono contribuire a ridurre la frequenza. Inoltre, perché l’asma è una causa comune di spasmi bronchiali, l’assunzione di farmaci prescritti di asma può impedire attacchi. A volte il medico può prescrivere farmaci anti-infiammatori come un piano di trattamento in corso, allo scopo di mantenere al minimo il gonfiore bronchiale.

Frequentemente, l’ansia può esacerbare spasmi acuti del sistema respiratorio. Ciò può causare iperventilazione e promuovere un aumento della mancanza di respiro. In alcuni casi, il medico può prescrivere farmaci anti-ansia a coloro che possono essere ansiosi nel tentativo di ridurre il nervosismo e la respirazione che ne deriva. Gli episodi gravi di spasmi bronchiali acuti possono essere pericolosi per la vita e possono richiedere una valutazione medica di emergenza e un successivo trattamento.