Che cosa è un extrasystole?

Un extrasystole è un tipo di pattern cardiaco irregolare. Si verifica quando le camere inferiori del cuore chiamano i ventricoli contratto prima di quanto si supponga in un normale ritmo cardiaco. La contrazione prematura è seguita da una breve pausa e poi da un rapido battito del resto del cuore. Le estrusie minori sono abbastanza comuni e di solito non causano sintomi, anche se una extrasystole molto pronunciata può portare a palpitazioni, dolori al petto, problemi di respirazione e altri sintomi pericolosi. Il trattamento consiste normalmente nella presa di farmaci quotidiani per regolare l’attività cardiaca e controllare altre condizioni sottostanti.

Un ciclo di battito cardiaco viene solitamente attivato da un segnale elettrico del nodo sinoatrial, situato nel ventricolo destro. Nel caso di un extrasistolo, le cellule dei ventricoli emettono i propri segnali elettrici per iniziare un battito, mentre il nodo sinusale rimane in silenzio. Molti fattori diversi possono contribuire ad anomalie elettriche nel cuore, inclusi difetti congeniti, malattie cardiache, disturbi della tiroide, traumi e stress estremi. Le persone possono avere un rischio maggiore se fumano, bere l’alcool e utilizzano farmaci stimolanti come la cocaina e la metamfetamina. In alcuni casi non è possibile rilevare cause o fattori di rischio.

I sintomi di extrasystole possono essere correlati al problema del battito cardiaco stesso o più strettamente legati alla causa sottostante. Nella maggior parte dei casi, le persone non notano cambiamenti nel modo in cui i loro cuori battono. Alcuni pazienti si sentono come se i loro cuori stiano saltando battiti o andando troppo lenti. Altri sintomi possono includere dolori acuti nel petto, iperventilazione, lightheadedness, stanchezza e possibilmente svenimenti.

I medici eseguono una serie di test diagnostici ogni volta che si sospetta una stetoscopia. Un esame fisico può consentire al medico di sentire e sentire il battito cardiaco anormale. I test del sangue sono importanti nel verificare la presenza di colesterolo, infezioni, tossine e squilibri chimici elevati. Un elettrocardiogramma, un test di attività elettrica nel cuore, è forse il più importante strumento diagnostico. Permette ai medici di vedere esattamente come e dove si verificano contrazioni anormali e come sembrano minacciose.

Un paziente che sperimenta sintomi gravi può essere ricoverato in ospedale per ricevere ossigeno e farmaci per via endovenosa. I farmaci chiamati antiaritmici sono spesso somministrati per stabilizzare l’attività elettrica nel nodo sinoatrial e bloccare i segnali dai ventricoli. Una volta che i pazienti sono stabili, sono di solito medicinali prescritti per prendere quotidianamente a casa e istruiti per fare cambiamenti di stile di vita importanti. Ottenere un regolare esercizio fisico, mangiare intelligenti e evitare farmaci e tabacco sono essenziali per la salute a lungo termine a seguito di una paura extrasystole.