Che cosa è un sacchetto faringeo?

Una tasca faringea è una tasca che si forma nella fodera della faringe, che si trova nella parte posteriore della gola tra l’esofago e la bocca nell’uomo e nella maggior parte degli animali. Questi tipi di sacchetti sono considerati una parte molto normale dello sviluppo degli embrioni e sono uno dei primi segni che la bocca, le orecchie interne e la gola stanno formando correttamente. Nel pesce, queste borse si sviluppano successivamente in ghiandole. Quando si verificano in bambini o adulti completamente sviluppati, tuttavia, sono spesso molto problematiche. I sacchetti che formano in seguito sono di solito tasche indesiderate e non necessarie nel rivestimento del muco che coinvolgono la gola e possono intrappolare cose come il cibo e il medicinale mentre vengono inghiottiti. La condizione si verifica più spesso nei pazienti anziani, ma può verificarsi in qualsiasi età e spesso richiede un intervento chirurgico da risolvere.

Lo sviluppo embrionale coinvolge un sacco di tasche e tasche in quanto i tessuti si sviluppano negli organi e nelle ghiandole che diventano alla maturazione. I sacchetti faringei sono un apparecchio negli embrioni della maggior parte dei vertebrati, almeno in fase molto precoce. La maggior parte degli animali ha una serie di queste tasche che circondano i loro cervelli crescenti che, nel tempo, si separano, crescono e si espandono in parti funzionali come la gola, l’orecchio medio e, nei pesci, le ghiandole. Ad eccezione delle ghiandole, nella maggior parte dei casi ciò che si sviluppa dalla tasca non sembra necessariamente un sacchetto o un sacchetto. Questo è solo il modo in cui si inizia, e durante lo sviluppo ciascuno cresce, si espande e si allunga per adempiere al suo scopo previsto.

I sacchetti possono anche svilupparsi lungo la fodera del faringe sviluppato, e di solito sono un po ‘problematici. Questa condizione viene spesso chiamata anche “il diverticolo di Zenker” dopo che un patologo tedesco, Friedrich Albert von Zenker, è accreditato per individuare le aberrazioni. Zenker ha suggerito nel 1877 che la sacca era probabilmente causata da elevate pressioni nella faringe inferiore in un punto debole del mantello mucoso. Le persone che soffrono di questa condizione spesso trovano che hanno difficoltà a deglutire, rigurgitano i cibi che hanno mangiato qualche ora fa e possono sentirsi come soffocare, soprattutto durante il sonno.

Nella maggior parte dei casi, alcuni dei cibi che vengono mangiati cadono nella tasca quando deglutiscono. Una volta che la sacca è riempita, si estende nell’esofago. Ciò può rendere difficile per il cibo passare attraverso l’esofago allo stomaco. La borsa può aumentare il rischio di soffocamento perché il cibo catturato in esso può cadere fuori, causando una persona a soffocare o sputare cibo che è stato mangiato ore prima. Ciò può essere particolarmente pericoloso durante la notte, perché la posizione di sdraiata rende più facile per i cibi raccolti a cadere. La medicazione di inghiottire può anche essere problematica perché le pillole possono intrappolarsi nella sacca, dove non possono essere assorbite e quindi non possono fare il loro lavoro previsto.

Le persone che hanno questa condizione spesso si sentono come non riescono a ingoiare e possono anche causare rumori gorgoglianti nella gola. In rare occasioni possono anche esibire un grumo sul collo, ma questo avviene solitamente solo quando il grumo è all’esterno della faringe, piuttosto che sul dorso, che è più comune; inoltre, di solito deve essere cresciuto per a volte. La condizione colpisce più gli uomini caucasici all’età di 50 anni. Una persona può presentare sintomi per un lungo periodo di tempo prima di essere formalmente diagnosticata a causa della sottile natura della condizione.

Uno studio di rondine di videofluoroscopia, o rondine di bario, è il modo più efficace per diagnosticare un sacchetto faringeo nella maggior parte dei casi. In questo test, il paziente beve una soluzione che contiene solfato di bario, un composto metallico che è visibile sui raggi x. Un test di videofluoroscopia utilizza un raggio video per monitorare il percorso del solfato di bario attraverso il sistema digestivo, rivelando eventuali discrepanze che potrebbero esistere. Il composto di solito non lascia sintomi duraturi, ma beve molta fluidità e mangia frutta e verdura cruda poco dopo che la procedura è solitamente consigliata per aiutare a scuoiare il bario fuori dal corpo.

Trattamenti specifici non sono di solito necessari a meno che non ci siano sintomi o complicazioni significative, anche se ci sono poche cose che le persone possono fare per ridurre al minimo i problemi; mangiare più a rallentare e masticare meglio il cibo è uno, come è bere molta fluidità con ogni pasto. La chirurgia può diventare necessaria se il sacchetto sta presentando dei problemi reali o se vengono rilevate aspirazioni, ulcerazioni o carcinomi. Nella maggior parte dei casi la condizione può essere trattata con una procedura endoscopica o una chirurgia aperta. L’approccio endoscopico consiste nel scivolare un esofoscopio in gola e utilizzando stazioni o un laser per sigillare la sacca. Con la chirurgia aperta, viene effettuata un’incisione nel collo e la borsa faringea viene tagliata e rimossa dai tessuti circostanti.

In rari casi, la condizione può causare un carcinoma o un tumore canceroso, nella faringe, per cui spesso vengono ordinati appuntamenti di follow-up a lungo termine, in particolare nei pazienti più giovani. I fornitori di assistenza sanitaria preferiscono generalmente monitorare lo sviluppo e la guarigione e controllare periodicamente di essere certi che i nuovi sacchetti non stanno formando altrove. Trattare in modo proattivo le cose mentre si sviluppano può impedire loro di diventare più grandi problemi in seguito.