Che cos’è un utero ingombrante?

Un utero ingombrante, una condizione che viene chiamata anche adenomyosis, si verifica quando la fodera endometrica si sviluppa nel muscolo dell’utero. Le donne che hanno avuto bambini e hanno più di 30 anni hanno maggiori probabilità di sviluppare un utero ingombrante. Anche se la condizione non è la stessa dell’endometriosi, influenza comunemente anche le donne che soffrono anche di quella condizione in cui la fodera endometrica cresce in parti del corpo diverse dall’utero. Alcune donne non hanno sintomi, ma altri potrebbero avere un grave sanguinamento mestruale e crampi.

Diverse condizioni possono portare ad un utero o adenomiosi ingombranti, anche se la causa esatta rimane sconosciuta. La condizione può verificarsi se l’utero diventa infiammato, ad esempio subito dopo la nascita di una donna. Può anche verificarsi dopo che una donna ha avuto una sezione cesarea, perché l’incisione nell’utero consente alle cellule endometriali di invadere le pareti muscolari dell’utero e di iniziare a crescere lì. Un’altra causa possibile di un utero ingombrante sono le cellule endometriali che si sono formate nei muscoli uterini quando la donna era un feto.

In molti casi, le donne che hanno un utero ingombrante non sanno nemmeno di avere la condizione. Sanguinamento molto pesante durante le mestruazioni può essere un segno di adenomyosis, come può passare coaguli di sangue durante il periodo o sanguinamento tra periodi. Alcune donne potrebbero avere crampi affilati che crescono peggio quando invecchiano o potrebbero avere dolori durante il sesso.

L’utero potrebbe gonfiarsi per triplicare la sua dimensione abituale a causa di adenomyosis. Anche se una donna non ha altri sintomi, potrebbe notare che il suo addome è gonfio o si sente tenera. Un medico potrebbe essere in grado di diagnosticare la condizione sentendo l’area pelvica. Altri modi per diagnosticare un utero ingombrante includono l’esame ad ultrasuoni o un test di risonanza magnetica (MRI), che determinerà se la donna ha adenomio o una condizione più grave, ad esempio un tumore.

Di solito, un utero ingombrante si ridurrà alla normalità dopo che una donna passa attraverso la menopausa, poiché l’estrogeno svolge un ruolo chiave nel far causare la condizione. A seconda di come sono gravi i suoi sintomi, una donna potrebbe avere bisogno di assumere farmaci, come le pillole antinfiammatorie oi farmaci per il dolore, per affrontare l’adenomyosis. Alcune donne potrebbero utilizzare il controllo delle nascite per ridurre il dolore e il sanguinamento durante i periodi. Occasionalmente, potrebbe essere necessaria un’isterectomia, specialmente se la donna è in grande quantità di dolore, non prevede di avere più figli e rimane ancora diversi anni dalla menopausa.