Che cos’è una tosse post-virale?

Una tosse post-virale è una tosse secca che persiste per più di otto settimane dopo un’infezione respiratoria superiore causata da un virus. Questo può essere irritante per il paziente, soprattutto perché può essere difficile da trattare con mezzi convenzionali. Per una tosse grave, una valutazione medica può confermare che un problema sottostante non è responsabile e che il paziente può essere dotato di alcune opzioni di trattamento aggressive per vedere se il problema è risolto. In caso contrario, il paziente può dover permettere alla tosse di correre il suo corso.

Le cause precise della tosse post-virale non sono ben compresi. I ricercatori ritengono che possa essere correlata all’infiammazione nelle vie respiratorie causata dall’infezione, che può eccitare le cellule e le vie di segnalazione coinvolte nel riflesso della tosse. Dopo l’infezione si risolve, il paziente può continuare a tossire. Inizialmente la tosse può includere muco e particolato come le vie aeree chiare. Più tardi, si risolve in una tosse secca e non produttiva, indicando che le vie aeree possono essere irritate ma non producono più muco.

Questa tosse può essere peggiore in ambienti molto asciutti e può essere attivata da parlare o da mangiare. Alcuni pazienti con una tosse post-virale trovano utile bere molta fluidità per rimanere idratati. Le pasticche per tosse sono in genere non efficaci e le misure come tende a vapore possono offrire un comfort limitato. Se la tosse diventa grave, il paziente potrebbe avere difficoltà a dormire oa esercitare a causa della irritazione della gola.

Nel caso in cui un paziente necessita di un trattamento più aggressivo, l’opzione migliore è solitamente uno sciroppo per la tosse che contiene la codeina. Gli oppiacei sopprimono il riflesso della tosse e possono mantenere una tosse post-virale mentre le vie respiratorie si riprendono. Tali prodotti devono essere utilizzati con cura e il paziente può avere bisogno di taper off al termine del corso di farmaci per prevenire i sintomi di ritiro. È inoltre consigliabile non salvare o condividere il farmaco, in quanto ciò potrebbe provocare un utilizzo inappropriato che potrebbe essere pericoloso.

I casi di tosse post-virale possono essere valutati attentamente per vedere se il paziente ha asma, ostruzione delle vie aeree o un altro problema. Questi problemi potrebbero essere stati mascherati prima o avrebbero potuto essere innescati dall’infezione. Tali lavori possono includere l’imaging dei polmoni, gli studi di spirometria per valutare la funzionalità delle vie aeree e un’attenta intervista paziente per cercare sintomi che potrebbero non essere stati identificati e affrontati in precedenza. Se la causa è diversa da un virus, altri trattamenti potrebbero essere necessari per risolvere il problema e aiutare il paziente a recuperare dalla tosse.