Cosa è un echovirus?

Gli echovirus sono un gruppo di virus enterici che causano eruzioni cutanee e infezioni gastrointestinali. Questi virus sono altamente infettivi, sono ritenuti presenti nella bocca della maggior parte delle persone e sono una causa principale di febbre nei bambini piccoli. L’infezione con un echovirus è la causa più comune di meningite asettica, che è un’infezione potenzialmente fatale. I neonati infetti da un echovirus possono subire gravi danni a diversi sistemi del corpo, e la morte è un rischio molto reale.

Il termine echovirus è un acronimo, e rappresenta il virus orfano umano citopatico enterico. Enteric significa che il virus infetta il tratto gastrointestinale, mentre il citopatico significa che il virus uccide le cellule che infetta. Il termine orfano si riferisce al fatto che quando il virus è stato scoperto per la prima volta negli anni Cinquanta, non è stato associato ad alcuna malattia infettiva nota. Da allora è stato trovato che i virus causano infezione, ma il nome continua ad essere utilizzato.

Gli echovirus possono infettare persone di tutte le età, ma i neonati, i bambini piccoli, le persone con sistemi immunitari soppressi e gli anziani sono a rischio di infezioni gravi. I sintomi gravi dell’infezione da echovirus sono più probabili nei bambini maschi che nei bambini femmine: la ragione di questo è sconosciuta. Il metodo più comune di trasmissione è il percorso fecale-orale. Ciò si riferisce ad un meccanismo in cui vengono ingerite particelle fecali, spesso a causa di una scarsa igiene o di una preparazione alimentare non sicura. L’unica eccezione è il neonato, in quanto il metodo di trasmissione è di solito contatto stretto con la madre di un neonato se porta il virus.

Il sintomo più comune di un’infezione da echovirus è la febbre, che può superare i 102 gradi Fahrenheit (39 gradi Celsius). La febbre è di solito presente se l’infezione è lieve o grave. Infanti e bambini sono anche irritabili e possono avere diarrea, vomito o eruzioni cutanee. In assenza di complicanze, la maggior parte dei pazienti recupera completamente entro circa dieci giorni.

Le possibili complicanze dell’infezione includono l’encefalite, la meningite, la miocardite, la pericardite e la polmonite. Queste sono infezioni del cervello, la membrana che circonda il cervello, il cuore, la membrana che circonda il cuore e i polmoni, rispettivamente. Tutte queste infezioni sono gravi e potenzialmente fatali, soprattutto nei neonati e nei bambini piccoli.

Non esistono trattamenti specificamente progettati per gestire l’infezione da echovirus. Le persone con queste infezioni vengono trattate per alleviare i sintomi piuttosto che eliminare il virus. Una preparazione antivirale chiamata immunoglobulina endovenosa è talvolta utile per il trattamento dell’infezione. Questo trattamento è un’infusione endovenosa di anticorpi che aiutano il sistema immunitario del paziente a lottare contro l’infezione.