Qual è un stupore?

Uno stupore è un livello di coscienza compromesso in cui il malato è quasi totalmente inopportuno e in genere reagisce solo ad una stimolazione fisica intensa. Le persone in stupore sembrano spesso uno stato di sogni e di solito si risveglieranno solo quando si scuotono energicamente, ascoltano suoni estremamente rumorosi o si verificano dolori fisici. Molto simile a un stupore è un coma. La differenza tra le due condizioni è che le persone in un coma non risponderanno a qualsiasi stimolazione esterna, per quanto intensa.

La causa di stupore è di solito un tipo di compromissione nel cervello. Grandi parti del lato sinistro e destro del cervello sono coinvolte nel mantenere la piena coscienza, come sono le aree più piccole e isolate. Tipicamente un disturbo fisico o uno causato da farmaci, alcol o farmaci da prescrizione interferisce con il corretto funzionamento di entrambe le parti del cervello o in un’area specifica che controlla la coscienza. I disturbi fisici comuni che possono portare a stupore sono insufficienza renale o epatica, ghiandola tiroide inattiva, temperatura corporea alta o bassa, livelli elevati o bassi di zucchero o ossigeno nel sangue, condizioni del cuore e invecchiamento.

La malattia mentale è talvolta caratterizzata da stupore. Gli psichiatri e gli psicologi identificano tipicamente due tipi di stupore che si verificano nei pazienti mentali: benigni e maligni. Essi definiscono questi termini in modo diverso da quando vengono usati per descrivere i tumori. Gli stupori benigni nei pazienti mentali sono quelli che si possono prevedere e si concludono rapidamente. Gli stupori maligni sono tipicamente quelli che i medici non si aspettano di finire improvvisamente e il progetto dura per notevoli periodi di tempo.

I sintomi di stupore variano in numero e gravità con le persone che ne soffrono. Osservazione attenta, tuttavia, può a volte rilevarle. I professionisti medici tentano di diagnosticare stupore studiando la respirazione, la rigidità muscolare e gli occhi di un paziente.

Una persona in uno stupore di solito non respirerà normalmente. Lui o lei può prendere respiri troppo velocemente, troppo lentamente, troppo profondamente o irregolarmente. A volte il respiro si spegne bruscamente da una condizione all’altra. I muscoli dei malati di stupore spesso contratti e diventano fissi in posizioni strane. Alcuni pazienti sperimentano spasmi muscolari. In altri, la loro muscolatura – anche tutto il loro corpo – diventa molto limpida.

L’aspetto dell’occhio e il movimento a volte offrono anche indizi alla presenza di stupore. Gli alunni degli occhi di chi soffre spesso sono dilatati e non reagiscono alla luce. In altri, gli alunni si contraggono e diventano molto piccoli. Gli occhi di persone in uno stupore non possono nemmeno muoversi, oppure, se lo fanno, possono muoversi molto innaturalmente.